web
statistics

Parnassus, in memoria di Heath Ledger, al Festival di Roma.

Parnassus, in memoria di Heath Ledger, al Festival di Roma.
October 19, 2009 Gio

Terry Gilliam era un amico di Heath Ledger, oltre ad essere il regista del suo ultimo film. Era un amico, lo è ancora, e parla di lui commosso al Festival di Roma, dove Parnassus- l’uomo che voleva ingannare il diavolo, ha ricevuto consensi, applausi e buone critiche.

Una storia strana, quella dell’attore, morto lo scorso 28 gennaio per un overdose di farmaci, poi vincitore dell’Oscar per il ruolo di Joker ne Il cavaliere Oscuro, ancora sulla cresta dell’onda, perché era bello, bravo e non sceglieva ruoli che mettessero in evidenza la sua bellezza, ma solo la sua forza artistica.

E una storia strana anche quella del film, che, con la dipartita prematura del protagonista, si è visto privare dello stimolo essenziale: un buon attore che portasse avanti la baracca, fino alla fine. L’idea è arrivata dal regista Gilliam, ma anche da alcuni amici storici dell’attore, che si sono prestati a terminare le riprese al posto di Ledger, grazie a una serie di cavilli nella sceneggiatura. Johnny Depp, Jude Law e Colin Farrel, stentano a definire Parnassus un “loro” film. Sarà anche morto, ma è ancora Ledger a riempire i discorsi in conferenza stampa.

Era un amico. Un genio, un bravissimo attore”  ha detto Gilliam “Non potevamo lasciare a metà un film come questo“.

E ancora, sulla potenza immaginifica della storia raccontata nel film: ” L’immaginazione, la fantasia sono importanti. Lo specchio magico che usa Parnassus non è lontano dallo specchio del cinema, della musica, dell’arte in generale. L’arte non è che questo ci fa entrare in uno specchio e non si sa quello che accadrà”.

Quattro attori, e un no deciso al quinto, che si era prestato per far parte del cast: “E’ vero, ho detto no a Tom Cruise. Sono stato contattato dal suo staff, ma ho detto no. Ho preferito sostituirlo con colleghi che erano amici di Heath“.

Tutti gli incassi sono stati devoluti, per scelta del cast, alla figlia di Ledger e della sua ex compagna Michelle Williams (la Jen Lindley di Dawson’s Creek, aveva conosciuto l’attore sul set de I segreti di Brokeback Mountain).

Grandi applausi sulla dedica finale, Un film di Heath Ledger e dei suoi amici.

A dimostrare che un attore che muore, se lascia buoni film dietro di sè, e non solo scandali e gossip, conserva gli amici e che questi amici tengono alta la sua memoria.

fonte news: Ansa

1 Comment

Pingbacks

  1. Author

    […] This post was mentioned on Twitter by Davide Licordari, Giovanna G.. Giovanna G. said: Il festival di Roma omaggia Heath Ledger, fuori concorso con Parnassus di Terry Gilliam http://bit.ly/bguOu […]

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*