web
statistics

La nuova depressione? Arriva dai talent-show (parola di Umberto Tozzi)

La nuova depressione? Arriva dai talent-show (parola di Umberto Tozzi)
September 17, 2009 Gio

Probabilmente, messo alla gogna, davanti alla scelta Programma della Perego/Puntata di X-Factor, lo spettatore medio sceglierebbe la seconda. Più accattivante, più socialmente utile ( a volerci vedere una reason why), più furbetto: il talent-show spopola e non a caso. La rete che non ha comprato un pacchetto talent, lo importa nel programma di punta, in una trasmigrazione di cantanti, attori, ballerini, passi a due, gorgheggi e vibrati.

Di giovani bravi, in Italia, ce ne sono tanti. Ma non è detto che tutti debbano finire in tv.

Tra Amici e Parenti, giudici e giudicati, Garryson e Mare Maionchi, la stagione musicale è ufficialmente partita (in attesa di Amici, che a breve ci delizierà con gli speciali sulle selezioni, i pranzi, le cene, gli starnuti e le sessioni in bagno dei suoi talenti).

Ma c’è un temibile personaggio che getta acqua sul fuoco di questi show canterini. Parole lapidarie:

“Il futuro dei giovani di “X Factor”, secondo me, si chiamerà depressione. “Amici”? Peggio che mai. Mi dispiace anche che colleghi importanti partecipino come ospiti a quelle trasmissioni senza dire veramente cosa ne pensano. Ma la colpa non è dei ragazzi, per carità, ma della gente che c’è dietro”.

Ne è passato di tempo da quando diceva a Gloria di aspettarla, urlando ai quattro venti di quanto lei mancasse nell’aria e anche da quando suggeriva all’amata di aprire la porta a un guerriero di carta igienica.

Umberto Tozzi, in uscita con un nuovo album, Superstar, una raccolta delle b-side dei suoi album (quelle che non si fila nessuno?), spara a zero su talent shows, colleghi ipocriti, programmi ridicoli, autori ancora più ridicoli. Aggiunge il cantautore:

“Mi permetto di dire, dall’alto dei miei 40 milioni di dischi venduti nel mondo, che non c’è personalità creativa e vocale. La     musica è musica quando è ispirata, non quando segue le mode del momento e mi sembra che i cantanti italiani stiano su questo filone, purtroppo. E poi si usa troppo il computer”.

Vecchi trucchi del mestiere, quelli che usa Umberto: in prossimità del lancio del suo nuovo album, in un panorama musicale che non apprezza le vecchie leve ma celebra i nuovi divi, meglio rilasciare una bella intervista pepata su questo o quel collega (o presunti e futuri tali, ma solo se il televoto è clemente), far parlare di sè, creare un interessante botta e risposta con gli interpellati, litigarci un po’, magari, meglio se in diretta tv.

Nel frattempo, X Factor, con la new entry Claudia Mori, propone vari generi di talento e livello musicale. Ci sono i novelli Bastard Sons of Dioniso, la nuova Noemi; a ben guardare si scorge il tipino tormentanto e riccioluto che tanto successo avrà tra le ragazzine.

Umberto Tozzi è ancora lì a lanciare accuse contro questa manica di depressi diciottenni, mentre dovrebbe solo ringraziare la Vodafone Station che lo manda giornalmente in onda.

A differenza delle radio, che, bellamente, lo ignoreranno.

***

foto di copertina by Iazym

5 Comments

  1. Luigi 8 years ago

    Gran bel pezzo, Giò!!! Solo che anche la Vodafone Station può essere un canale di divulgazione orientato al marketing… Purtroppo il buon Umberto Tozzi ha giocato un po’ troppo sporco: è chiaro che sta cercando visibilità, ma non è molto pratico di quest’arte così in voga tra le nuove leve. Ahimé i tempi del guerriero di carta igienica (perché non prova a contattare la Scottex, magari svolta!) sono lontani: per lui ed anche per noi… 🙁
    La chiusura malinconica non era prevista. 🙂

  2. akio 8 years ago

    forse parlare di depressione è esagerato ma un po’ di dasagio quello si.

  3. enza 8 years ago

    Umberto è uno di quegli artisti che nn ha paura di dire quello che pensa… lo ha fatto anche altre volte!
    E quello che ha dichiarato lo ha fatto poichè dimostra l’amore per la musica italiana , la vera musica italiana, quella che resta nel tempo, sentita, che emoziona !
    Oggi il mondo discografico è sporco! Oggi i giovani talenti fanno fatica ad emergere anche quando sono dotati se non scendono a compromessi! E questo scusate è verissimo solo che Umberto lo dice apertamente mentre altri artisti no ( anche se lo pensano…)
    Umbreto è così. Non ha mai cercato di ottenere ” simpatie” deviando i suoi pensieri! E’ onesto e sincero.

Pingbacks

  1. Author

    […] La nuova depressione? Arriva dai talent-show (parola di Umberto Tozzi) giovedì 17 settembre 2009 | Tratto da: http://blogposh.com/ Nessun commento […]

  2. Author

    […] La nuova depressione? Arriva dai talent-show (parola di Umberto Tozzi) Scritto da: il 2009-09-17 […]

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*