web
statistics

Homeless World Cup, un’opportunità per chi non ne ha mai avuta una.

Homeless World Cup, un’opportunità per chi non ne ha mai avuta una.
August 31, 2009 Gio

Parlare di homeless oggi, significa raccontare di uomini e di donne bandite. Significa raccontare storie invernali, di freddo e di cartoni. E poco importa se una dolce parola francese, clochard, li indentifica in modo quasi gradevole.

Di gradevole c’è poco. I senzatetto in Italia sono tanti, molto di più di quanto si potrebbe pensare al caldo delle nostre case, e così le motivazioni che spingono in strada. Ci hanno provato le tv a sensibilizzare, come Berry delle Iene, che si è immerso nella vita degli Invisibili, cercando di dare loro un po’ di consistenza sociale.

Tra le tante iniziative culturali che si sono prefissate questo scopo, quella in programma per il prossimo 6 settembre, fino al 13, da Parco Sempione a Milano spicca di gran lunga.

Perché la Homeless World Cup, evento internazionale che prevede un torneo di calcio, ha per protagonisti persone senza fissa dimora che hanno deciso di mettere in gioco la loro vita, e non solo.

Location del torneo di quest’anno Milano,  la città che più di ogni altra, ogni anno, registra il più elevato tasso di mortalità tra i senzatetto nel nostro Paese. L’intenzione è quella di sensibilizzare governi ed opinion-leader verso il tema, ma soprattutto di regalare un’opportunità a chi ne ne ha mai avuta una. I risultati delle scorse edizioni parlano chiaro: lo stimolo della manifestazione ha portato i giocatori a uscire da certi tunnel, ha aperto loro porte che non si erano mai visti aprire prima, ha aiutato un sacco di persona senza fissa dimora a trovarne una e a stabilizzarsi.

Si punta sul potere dello sport, e su quanto possa esere utile per soggetti a rischio partecipare a simili inziative.


Intanto, per sensibilizzare la città e più in generale per raggiungere più audience in tutto il Paese, Homeless World Cup sarà presente al Milano Film Festival al via l’11 Settembre (e fino al 20), che tra le altre cose vedrà come protagonista Ermanno Olmi con una retrospettiva dedicata interamente alla sua filmografia.

A livello mondiale, la volontà di aiutare e cambiare le cose resta a livelli altissimi. Dalle piccole storie come quella di Bri ( una giovane senzatetto che presto inizierà il suo stage nella celebre rivista di moda Elle – fonte: Ansa) alla World Cup al via tra pochissimi giorni a Milano, che riscuote successi da molti anni, e per molti anni ancora avrà di che dispensare aiuti ai clochard, quell’appellativo dolce e gradevole che pure nasconde il lato più amaro della vita di tutti i giorni.
***

Per info e donazioni, si rimanda al sito ufficiale.


2 Comments

Pingbacks

  1. Author

    […] Homeless World Cup, un’opportunità per chi non ne ha mai avuta una. Scritto da: il 2009-08-31 […]

  2. Author

    […] la lettura: Homeless World Cup, un’opportunità per chi non ne ha mai avuta una. […]

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*