web
statistics

Capricci da star: borse in frigo, allacciascarpe umani e bacchette cinesi tra i must dei vip

Capricci da star: borse in frigo, allacciascarpe umani e bacchette cinesi tra i must dei vip
June 10, 2009 Gio

Se sei una star, non puoi fare quello che farebbero tutti. Non puoi andare a fare jogging con la tuta che indosserebbe una qualunque casalinga disperata, non puoi andare al fast-food, non puoi permetterti un giro in bici al parco, non puoi mandare tuo figlio alle scuole pubbliche.

Se sei una star non puoi evitare di depilarti nè di ritoccare le sopracciglia ogni giorno, non puoi permetterti di abbassare la guardia con i paparazzi, non puoi fare quello che farebbe una persona normale al supermercato, neanche comprare due casse di birra senza che nessuno lo spedisca in rehab.

Come riprendersi dallo stress da very-important-person? Permettendosi qualche piccolo, piccolissimo lusso, altresì detto capriccio, con quelli che vegetano e vivono intorno alla star.

E allora, se un giorno, a causa di questa frustrazione da “soldi a palate, successo interplanetario e lusso sfrenato“, Jennifer Lopez decide che ha bisogno di un inserviente che le allacci le scarpe, è necessario che lei abbia qualcuno che le metta a posto le stringhe. E se la stessa star decide che ha bisogno di un addetto personale alla sua depilazione, allora ci vuole un’estetista che, in esclusiva per i peli della Lopez, si dedichi allo sradicamento.


Certo, anche gli oggetti must delle vip hanno bisogno di conforto e attenzione: così, Paris Hilton paga qualcuno che stia attento alla borsa Gucci che tiene gelosamente in frigo a 12 gradi perché si conservi al top.

E i baby vip? Con tutta la fatica che fanno a essere i più ricchi e potenti del mondo, devono necessariamente avere un attimo di respiro ì. E cosa dà più relax alle piccole star se non i capricci?

Suri Cruise, definita da una recente classifica come la bambina più potente del mondo, figlia di Tom “Scientology” Cruise e Katie Holmes, ha deciso: non mangerà più con forchetta e coltello, ma solo con bacchette cinesi. Considerato che la media della popolazione mondiale non sa usarle, tanto di cappello a questa baby vip che non finisce mai il suo cibo se non con le bacchette.


E il figlioletto di Gwen Stefani? Zuma, nome altisonante da imperatore Maya, a tavola, fa felici mamma e papà finendo la sua pappa, solo con il cucchiaio di diamanti che ha in dotazione.

cucchiaio_1

Fare soldi e sfornare successi porta fatica, e allora, l’unico modo per rifarsi di questa triste vita è regalarsi qualche vizietto, mettendo in croce l’entourage pronto a soddisfare ogni minimo desiderio.
E i comuni mortali? Continuano ad addentare il cibo dalla loro forchetta Ikea, a lasciare le borse abbandonate su questa o quella sedia, a borbottare per il mal di schiena quando si chinano per allacciare le scarpe e a pregare che l’estetista, quella più a buon mercato, abbia ancora un posto libero, prima che la trasformazione in licantropo si completi definitivamente.




1 Comment

  1. Morgana 8 years ago

    A noi piacciono le star proprio perchè fanno le star ! Se fanno qualcosa di normale ci deludono, scendono dall’Olimpo .Se poi la star è una ver a artista le si può perdonare tutto.A me piacerebbe avere un addetto personale che mi porta le borse della spesa .

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*