web
statistics

Playboy svende tutto: conigliette al 70% e gite gratis alla Villa.

Playboy svende tutto: conigliette al 70% e gite gratis alla Villa.
May 27, 2009 Gio

L’immensa Playboy Mansion resterà nelle mani di Hef, e così le grotte sotterranee con piscina riscaldata, tutti gli averi messi da parte in una vita di affanni lussuosissimi e le vestaglie in seta che il proprietario della villa sfoggia quando apre le sue porte ai curiosi.

Playboy chiude bottega, l’epoca del paginone centrale curato dalle ultra-ottantenni mani di Hugh Hefner è finita.

17527__playboy1_l

La crisi finanziaria ha colpito le tasche di questo imprenditore delle donne belle e svestite che hanno fatto la sua fortuna sin dal primo numero di Playboy nel 1953, quando, a sfogliar le pagine, ci si poteva imbattere in una Marilyn Monroe ancora viva e vitale.

Figlio di metodisti puritani, Hefner ha trovato il modo, in breve tempo,  di scandalizzare la famiglia, gestendo un impero economico fondato sul sesso, sui nudi integrali quando ancora in giro non c’era neanche l’ombra di seni al vento e fondoschiena scoperti e sulle belle donne, per l’occasione diventate tutte conigliette un po’ svampite, ma sempre appetibili.

Si dà il caso che ora Hugh non solo sia un ottuagenario, ancora sensibile alle bionde procaci e alle bollicine dello champagne. Oggi, consolato dalle due gemelline Karissa e Kristina che lo accompagnano a spasso per la Mansion, Hef decide di vendere il suo fiore all’occhiello: nei primi tre mesi del 2009 pare abbia perso ingenti guadagni, una somma vicina ai dieci milioni di Euro.

Nessuno si preoccupi per lui, nessuno chiami Studio Aperto per trovargli casa dopo lo sfratto.

Hefner vende baracca e burattini per 230 milioni di Euro, mica per due noccioline.

Potrà ben mantenere villa, giardino, grotte, saune, palestre, piscine e Playmates per tutti gli anni che ancora gli restano da vivere (ora ne ha 83). Che siano 2 o che siano 30, Hugh Hefner saprà cavarsela anche in questo momentaccio.

Oggi, il porno è reperibile addirittura dal salumiere in formato digitale tra un prosciutto e una mortadella, e, per Playboy, la strada, seppur sia ancora molto letto in Usa, è tutta in salita.

Meglio mollare, avrà pensato Hugh Hefner a passaggio sui campi da golf  dietro casa con Karissa e Kristina a braccetto, pensando ai bei tempi: quando le compagne alla Mansion erano sette e tutte per lui, avrebbe avuto di che consolarsi, anche senza paginoni centrali da riempire.


0 Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*