web
statistics

Se a sposarti è Elvis, non hai le allucinazioni: sei a Las Vegas!

Se a sposarti è Elvis, non hai le allucinazioni: sei a Las Vegas!
May 26, 2009 Gio

Il prossimo ponte del due giugno si presta al profumo di mare che tutti sognano di sentire da un po’.

Forse non è troppo tardi per prenotare un week-end in zona, ma probabilmente non riuscirete a trovare posto in aereo per andare a Las Vegas, se il desiderio di sposare la vostra metà in questo luogo di perdizione, luci e casinò è impellente. Ed è quasi impossibile che riusciate ad arrivare, sposarvi, e ripartire in quattro miseri giorni.

Certo, se proprio il vostro desiderio è quello di sposarvi in una cappella a tema o all’esclusivo Hotel Bellagio, allora non resta che approfittare delle offerte che Las vegas offre a tutti i suoi visitatori.

excalibur

Ma cosa spinge una coppia ad attraversare l’Oceano per rinchiudersi in una delle variegate Chapels of love della città?

Sarà che molti vips lo fanno o lo hanno fatto (per poi divorziare subito dopo): Britney Spears con il suo primo e sconosciuto marito, Demi Moore e Bruce Willis, Frank Sinatra, Michael Jordan.

Sarà che, già che uno è lì, fa bene a portarsi avanti con il lavoro e magari trovare moglie e marito davanti al tavolo verde o a bordo piscina.

Sarà che, pur di evitare il tradizionale e canonico matrimonio all’italiana e le sue grandi abbuffate, si trasmigra volentieri.

Las Vegas offre una ricca scelta di possibilità per un matrimonio da favola.

Tra cerimonie low-cost mordi e fuggi, l’affitto a ore di limousine, sosia di attori famosi, preti improvvisati, testimoni raccattati per strada, la città fa in modo di regalare agli sposi nozze a dir poco particolari.

Le più esclusive sono quelle al Bellagio che offre camere romantiche e terrazze con vista. Il costo è un po’ probitivo, e tanto vale spendere soldi in Italia e far contenti mamma e papà con un matrimonio classico e forse un po’ retrò.

Un motivo più che valido per andare fino a Las Vegas? Fare un bel viaggio, vedere posti belli e un po’ fashion, togliersi lo sfizio della vita, fare un giro in America.

Non sarà una soluzione praticabile in questi quattro giorni di ponte che ci guardano, colmi di afa e calore, ma può essere organizzata per tempo e in modo che sia indimenticabile.

Ovviamente anche senza che il tutto si concluda con una corsa fuori da una cappella in stile anni ’80, con un velo da sposa improvvisato che svolazza, mano nella manoal novello sposo.

1 Comment

Pingbacks

  1. Author

    […] cominciato a distruggere la sua immagine con una serie di immani scempiaggini, nell’ordine: matrimonio a Las vegas con conseguente divorzio lampo, matrimonio apparentemente felice con figli a carico, degenerazione […]

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*