web
statistics

Sopravvivere ai reality show? Si può.

Sopravvivere ai reality show? Si può.
March 4, 2009 Gio

E che Dio ce la mandi buona. Ma deve essere proprio clemente e misericordioso. Perchè se ci ha mandato i reality show, deve pur aiutarci a risollevarci dal pantano in cui ci ha buttati. Deve pur darci un antidoto al velenoso intruglio televisivo che ci ha propinato.

Invece no, annacquiamo da soli in questa valle di lacrime. Ora più che mai: marzo si preannuncia un mese intenso per quanto riguarda la programmazione tv.
Si parte domenica 8 con la Fattoria, quarta edizione. Dopo il successone della Talpa, tra serpenti, gridolini, Karine e Pasquali, Paola Perego la furbetta fiuta il successo in Brasile, dove i contadinelli più (tristemente) famosi della tv andranno a zappar la terra e a piantare semini.
Tra tutte spicca un’assenza: ieri, dopo l’ufficializzazione del cast, è stato reso noto che il rubicondo Lele Mora, agente dei vip ora decaduto, non sarà nel gruppo. Una folla di telespettatori inferociti lo aspetterà al varco: non vogliono credere che si perderanno la scena di lui, che, finalmente, lavora.
In compenso, chi si farà il leggendario mazzo, e non a furia di estirpare erbacce e dar da mangiare a pennuti vari, è già saltato fuori: la vedova di Funari, Fabrizio Corona, cui non parrà vero di bazzicare in cotanta melma vippesca, una strappona di Lucignolo, Marco Baldini, Marina Ripa di Meana, un immotivato Tony Sperandeo, un attore di Gomorra in cerca di soldi facili, il toy boy di Lory del Santo e, udite udite, Daniela Martani dell’Alitalia, poi del Gf, ora della Fattoria. Può questa donna vivere di etichette?

E le inviate, direte voi? Succose come succosa fu Paola Barale e le sue fashion mise alla Talpa. Mara Venier, e, in studio, la moglie di Bonolis. In veste di cosa, ci si chiede? Probabilmente di moglie di Paolo Bonolis.

Ma la Fattoria non è l’unico reality che ci terrà compagnia da Marzo. Continua intanto il Gf, più lungo di un brodo di gallina, con un ricambio di concorrenti insopportabile. Prosegue XFactor, dove ormai il fatto che vincerà uno di Morgan (per poi ricadere nell’oblio come gli Aram l’anno scorso) è sicuro come la morte.
E parte anche Academy, condotto dall’insopportabilmente sciacquetta Lucilla Agosti, bravina solo nelle gag non-sense di Maccio Capatonda, dove può, appunto, fare la sciacquetta quanto vuole.
Sarà, per il momento, una striscia quotidiana, un mix tra Ballando con le stelle e Amici, e viene da chiedersi queli elementi dell’uno e dell’altro siano stati estrapolati per eccellere nel nuovo talent show.
In ogni caso, si salvi chi può. La Fattoria si prospetta come lo show dell’anno, perchè gli ingredienti ci sono tutti: vip isterici, macchiette mediatiche, gioielli del trash, incommensurabili ragazzette, fotografi d’assalto in rotta con il mondo (o comunque, avrà ricattato almeno la metà dei suoi compagni contadini).

E che Dio ce la mandi buona. Che sia clemente, e misericordioso. Perchè Lui tutto può e tutto vede. E perchè la musica batte solo sul due, e non fatemi continuare la frase che vedrebbe come protagonista la Agosti.

1 Comment

Pingbacks

  1. Author

    […] Ieri, nel post di presentazione dei reality show promaverili , avevo presentato i partecipanti di questa quarta edizione; oggi, pur di smontare (definitivamente) il programma in partenza e farvi passare la voglia di guardarlo ancor prima che inizi, approfondiamo i meccanismi in cui, sicuramente, si troveranno invischiati i protagonisti al tv-game. […]

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*