web
statistics

La pillola anticoncezionale per LUI? E’ in arrivo.

La pillola anticoncezionale per LUI? E’ in arrivo.
January 29, 2009 Gio

La scienza ci ha abituati ad aspettarci sempre di più da noi stessi e dalla portata delle scoperte e delle ricerche tipicamente umane, quelle messe in moto dall’ingegno e anche da una buona dose di buona volontà. I campi in cui la scienza si muove sono infiniti, e non potrebbe essere che così: tant’è che nessuno si è stupito del fatto che, già da un paio d’anni, si lavori alecremente per migliorare gli effetti di una pillola anticoncenzionale tutta al maschile.

Addentrarsi nel fitto fitto mondo della contraccezione è, da qualunque lato la si guardi, sempre positivo: perchè in giro, speciamente tra i ragazzi, c’è molta ignoranza; perchè spesso si sottovalutano certi rischi e certe conseguenze; e perchè, e questo non deve essere sottovalutato, ogni giorno, dalla mente di certi scienziati, nascono delle idee che favoriscono l’ampliarsi delle soluzioni contraccettive tradizionali.

Non ultima quella ideata a Londra, dai ricercatori del King’s College, nel 2006, che aprirebbe le porte a metodi di contraccezione sicura per lui. Si parla ovviamente di evitare una gravidanza, e non di eludere malattie  e vari altri disturbi che, il mondo moderno, ci ha fatto conoscere fin troppo bene.

Perchè è interessante?

Questo pillolo ( com’è stato ironicamente ribattezzato in Italia) permetterebbe, con un semplice gesto, di bloccare la fertilità di lui, senza per questo perdere per sempre la capacità riproduttiva. Anzi, nella versione ideata da questi ricercatori londinesi, pare che la pillola in questione possa essere ingerita poco prima del rapporto, per poi perdere i suoi effetti nel giro di poche ore. Permetterebbe quindi, senza nessun tipo di ormoni, di inibire la fertilità dell’uomo che decide di prendere questo tipo di contraccettivo.

Funziona?

I ricercatori sostengono che gli effetti della pillola non sono eterni, anzi: non essendo una vera e propria cura, dovrebbe, almeno stando ai test cui molti uomini si stanno già sottoponendo, semplicemente avere effetto temporaneo, con ottimi risultati. Inoltre, secondo recenti studi, ancora in corso, la pillola non inibirebbe la sessualità in alcun modo e, grazie alla mancata somministrazione di ormoni, eliminerebbe fastidiosi effetti collaterali come vampate e sbalzi d’umore (tutto quello cui, noi donne, per natura, dobbiamo sottoporci!).

Quando entrerà in commercio?

Nel giro di cinque anni, se i test daranno buoni risultati, e nessuna delle aspettative verrà delusa, la pillola per lui potrà entrare in commercio.

Nel frattempo, ci sono altre soluzioni simili da poter adottare?

Attualmente, in Italia,  cinquanta uomini tra i 21 e i 45 anni si stanno sottoponendo a una nuova cura, che consisterebbe nel impianto di un bastoncino sotto pelle, che somministra un ormone capace di bloccare la fertilità maschile. La cura dura tre mesi, e prevede la somministrazione di testosterone ogni tre settimane per garantire dei buoni risultati. Anche in questo caso, la rivoluzione sta nel fatto che l’infertilità è temporanea e, non appena la cura venisse sospesa, si ripristinerebbe la normale capacità di concepimento dell’uomo.

In attesa che questi contraccettivi arrivino sul mercato italiano, i normali metodi dovranno bastare: con buona pace delle donne, verso cui praticamente l’80% delle soluzioni è rivolta.

0 Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*