web
statistics

Al cinema: proposte e consigli!

Al cinema: proposte e consigli!
January 19, 2009 Gio

A guardare i risultati dei botteghini, pare che lo struggimento e la commozione la facciano da padroni.

E se siete tra quelli che il tempo materiale per rinchiudervi nel buio della sala proprio non sono riusciti a trovarlo durante il fine settimana, potete rifarvi e precipitarvi agli spettacoli serali dei giorni lavorativi.

Nessun impegno, nessuno stress, due ore di relax in compagnia del cinema hollywoodyano doc, a prezzi scontati. Molti, infatti, sono i cinema che, in settimana, offrono, a prezzo ridotto, biglietti per le prime visioni.

Non sempre il cinema hollywoodiano si rivela gustoso. Anticipato già “Revolutionary Road” con la coppia vincente Di Caprio/Winslet non più impegnati ad annegare, non resta che aiutarvi a districarvi tra le proposte in proiezione.

“Sette anime” di Gabriele Muccino sta letteralmente sbancando il botteghino. L’ormai onnipresente Will Smith, che sforna un film all’anno, tutti di successo, regala momenti di rara commozione, dopo l’eclatante successo della “Ricerca della felicità”. Sarebbe stato difficile il contrario: la storia, un uomo che per redimersi deve aiutare sette persone, colpisce e affonda. Probabilmente più femminile che maschile, questo film potrebbe effettivamente destabilizzre il vostro equilibrio psicologico: non è indicato se avete voglia di svagarvi dopo una giornata di lavoro.

“Australia” con Hugh Jackman e Nicole Kidman è sconsigliato a chi non ha voglia di impegnarsi dopo le fatiche giornaliere. A causa della durata (sulle tre ore) e del contenuto (epopea storico sentimentale), chiaramente incontrerà i favori delle donne. Ma i bei paesaggi (aihmè ricostruiti visibilmente al computer), scatenerà la voglia degli uomini di viaggiare per il mondo. Il film di Luhrmann(già regista di “Moulin Rouge” e ” Romeo+Giulietta”), è già stato soprannominato il “Via col vento” australiano.

“Appaloosa”: eccolo un bel film che piacerà anche (e soprattutto) agli uomini. Un western vecchio stile con l’Aragorn internazionale (Viggo Mortensen, direttamente dal “Signore degli anelli”), ambientato nel New Mexico del 1882, in una cittadina senza legge, Appaloosa, appunto. Tra sparatorie, paesaggi, ritmo serrato e un po’ di pepe, scorrono sullo schermo immagini che potranno rilassarvi, nonostante tutto.

Tony Manero”, 1979. Un uomo, ossessionato dal Tony Manero della “Febbre del sabato sera”, arriverà a commettere dei crimini pur di assomigliare totalmente al suo idolo. Il film è drammatico, ma comunque interessante e tendenzialemente piacerà a tutti.

La fantascienza premia sempre, appassionati e non. Gli effetti speciali di “Viaggio al centro della terra“, trascinano in un vortice di emozioni, non sconosciute ai fan di film come “La mummia”, ad esempio. Tra paesaggi fantastici e personaggi ai limiti del reale, Brenda Fraser e i suoi vi aiuteranno a mettere da parte i problemi accumulati durante il giorno.

E c’è anche il solito simil cartone della Walt Disney, stavolta ambientanto a Beverly Hills, dove una chihuahua vive negli agi. Il plot è lo stesso di”Madagascar”, pluripremiato cartoon dei giorni nostri: cosa fara la cagnolina lontana dal suo luogo d’origine? Quanti rozzi cagnacci incontrerà sul suo cammino? “Beverly Hills Chihuahua” è consigliato se avete dei bambini o se voi stessi avete bisogno di regredire allo stato infantile, anche solo per una sera.

Infine, l’horror di turno. “Imago Mortis”, ambientato in Italia, vi trascinerà in un vortice di inquietudine. Un giovane spagnolo, approdato in Italia per studiare, comincerà a poco a poco ad avere, guarda un po’, terribili visioni che lo porteranno alla follia. Avete bisogno di scuotervi dal torpore che l’ufficio vi regala ogni giorno? E’ il film adatto a voi.

Detto questo, siete capaci ora di muovervi nel fitto programma cinematografico del mese di gennaio, che vi aspetta non solo nell’inflazionato fine settimana, ma anche nei giorni feriali.

Approfittate delle offerte, già che sono ricche e variegate, e fatemi pervenire le vostre recensioni.

Giò

0 Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*