web
statistics

Un cappotto per tutte le occasioni!

Un cappotto per tutte le occasioni!
December 11, 2008 Gio

Care amiche e cari amici,

come già dicevo su Blogcuore,

la vostra Giò vi scrive dalla Spagna dove è volata per un bel week-end low-cost con le amiche. Niente maschi, niente fidanzati a ronzare intorno, solo relax, chiacchiere, smalto e pigiama party.

Le ragazze mi capiranno. I maschietti forse no, ma pazienza.

Oggi, come avrete capito dalla foto del giorno, parliamo di cappotti, e non c’è che dire, il clima si confà al post. Neve, pioggia, gelo, ci pongono davanti due quesiti fondamentali: cosa mi metto sotto? Ma soprattutto, quale modello di cappotto scelgo?

Innanzitutto, la moda di questo inverno, care amiche, ci permette di spaziare con tranquillità tra molti modelli carinissimi. Tra mantelle e cappotti lunghi, infatti, si ha l’imbarazzo della scelta (vedi sopra tra i modelli della foto).

Senza perdere lo stile, senza senitrsi goffe e appesantite, i cappotti che le collezioni ci propongono sembrano adeguarsi a qualsiasi tipo di fisico.

Perchè il problema principale, anche con i questo capo, resta quello: se non sta bene, considerato che d’inverno passiamo la maggior parte del tempo avvolte nel cappotto, si rischia di sentirsi inadeguate.

Come potete vedere dalla foto sopra, il modello avvitato è sempre di gran moda, ma se il nostro problema sono i fianchi un pò larghi, potrebbe appesantire ulteriormente il nostro fisico. Me lo dice sempre mia madre: “Giò, lascia perdere il modello avvitato, o i tuoi fianchi lievitano”.

E’ bene in questi casi optare per dei giacconi di lana con la cintura bassa, ben oltre al vita, che non segnano e non fasciano fisici poco longilinei. Inoltre, questo tipo di modello è abbastanza sportivo e permette a tutte di usarlo addirittura con un paio di All star colorate.

Il cappotto classico, invece, elegante al punto giusto, è perfetto con la cintura in vita, come questo modello doppiopetto:

Questo è di Fay, costa tantissimo, ma è talmente bello, e a guardare non spendiamo una lira. Il trench in lana è un modello evergreen, ma sta bene davvero a poche fortunate persone.

Anche il modello mantella e simili, oltre ad essere retrò quel tantino che basta e chic, è un buon capo passapartout, come questo modello:

Il poncho, che personalmente non mando giù, effettivamente nasconde certi dettagli del nostro corpo ma ne ingigantisce altri, rendendo goffi e impacciati i movimenti.

Certo però che non sempre l’occasione richiede il cappotto, per cui bisogna giocare l’arma piumino. Ce ne sono di tutti i tipi; inoltre, è anche molto più facile osare con i colori moda di quest’inverno, come il viola, ad esempio.

Ancora una volta, esendo io stessa portatrice sana di difetti fisici che col tempo ho imparato a dissimulare, è meglio non esagerare con nuances troppo accese o sgargianti, perchè, è vero, è il modello che fa tutto, ma anche il colore non fa che attirare l’attenzione su un fisico importante. Con questo non sto assolutamente invitando chi proprio in linea non è a optare per un look all black, anzi; il bordeaux scuro, ad esempio, è un colore di gran moda, ma non da troppo nell’occhio, lasciando a tutte, ma proprio a tutte, l’opportunità di vestire alla moda senza sentirsi a disagio.

Detto questo, cari amici, dopo questo breve ma intenso excursus sul capo principe dell inverno, invitandovi a leggere non solo BlogPosh ma anche blogcuore, vi saluto augurandovi un buon week end!

Ciao!

0 Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*